Cronogare

Cronogare

Tempo gara: la formula per il ritmo perfetto

Come calcolare il passo corsa

Se vuoi migliorare costantemente le tue prestazioni sportive, devi avere ben chiara l’idea del ritmo che hai durante la corsa e il tuo crono gara. È a tal proposito che è utile conoscere il tuo passo corsa, ovvero quanti minuti servono per correre un chilometro di distanza. Scopri come è possibile calcolare questo parametro e migliora le performance del tuo tempo gara!


Calcolo distanza km e velocità corsa 

Desideri correre sempre più veloce, più a lungo e nel minor tempo possibile? Allora diventa necessario allenarti con un giusto programma, in grado di considerare calcolo dell’andatura, velocità e ritmo gara, cioè il ritmo massimo che puoi sostenere senza superare la soglia anaerobica, quindi prima che il tuo organismo inizi a produrre dell’acido lattico.

È opportuno che tu faccia numerose sessioni di corsa al “ritmo gara”, soprattutto se ti stai preparando per una maratona. Il motivo è semplice: in questo modo il tuo corpo imparerà a memorizzare quello che è il tuo massimo, adeguando di conseguenza respiro e resistenza fisica.

Per misurare la velocità della corsa in km/h non dovrai far altro che fare un semplice calcolo, seguendo questa formula: la distanza km moltiplicata per il risultato di  (60/tempo in minuti).

Per esempio:

  • Hai impiegato un’ora di tempo per percorrere 10 km: 10x(60/60)= 10 km/h.
  • Hai corso per 12 km in 1 ora e 20 minuti: 12x(60/80)= 9 km/h.

cronogare

Cronogare e cronometri online

 Il cronometro è uno strumento indispensabile per monitorare il tuo andamento e i tuoi progressi. È grazie a lui che puoi davvero capire se e quanto sei migliorato. Ecco perché è davvero importante acquistarne uno affidabile e funzionale, senza per questo spendere una fortuna.

Ecco qualche suggerimento per dei cronometri online davvero efficaci e performanti.

Fitness Tracker, YAMAY 

Dire che è un “cronometro da corsa” è riduttivo. Non a caso misura fino a 14 attività, tra cui ciclismo, yoga, basket, danza e tennis. Controlla la frequenza cardiaca direttamente dal polso senza l’aggiunta di nessun altro dispositivo. Con la sua batteria ad alta durata, in una sola ora garantisce un’autonomia dalle 5 alle 8. È compatibile con Android e iOS.

North Edge

E’ un cronometro che funge da barometro, altimetro, bussola e molto altro. Presenta un quadrante con retroilluminazione a LED garantendo una lettura chiara anche durante le ore notturne. È impermeabile fino a 50 metri.

Fitness Tracker IP67

E’ in grado di monitorare numerose attività, da quelle sportive al sonno. Provvisto di GPS, è in grado di registrare una mappa del percorso durante l’allenamento. Consente, inoltre, di effettuare chiamate e inviare messaggi. È compatibile con con iOS 7.1 o superiore, Android 4.4 o superiore con Bluetooth 4.0.

VDSOW

Resistente agli urti e fino a 50 metri anche in acqua, è adatto a tutti i tipi di sport. Presenta un quadrante con luce a LED.

Tempi maratona

I tempi di una maratona sono assolutamente personali. Allenandoti con costanza si ridurranno in non molto tempo.

Ecco i record delle principali maratone italiane nel 2017:

  • 2:12:16 – Eyob GHEBREHIWET FANIEL (Stra/Venezia)
  • 2:12:26 – Stefano LA ROSA (Conegliano)
  • 2:13:22 – Yassine RACHIK (Milano)
  • 2:15:25 – Alessandro GIACOBAZZI (Torino)
  • 2:15:25 – Alessandro GIACOBAZZI (Torino)
  • 2:16:39 – Ahmed NASEF (Roma)Per non parlare dei record mondiali di atletica a Londra nel 2017:
  • 2h 08’27” – Geoffrey Kirui
  • 2h 09’48” – Tamirat Tola
  • 2h 09’50″– Alphonce Felix Simbu, terzo al traguardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *