Dimagrire i fianchi

Dimagrire i fianchi

Dimagrire i fianchi

Esercizi e consigli per avere fianchi snelli

I fianchi sono il tallone d’Achille della maggior parte delle donne. Snellire i fianchi è una vera e propria impresa, ma la buona notizia è che si tratta di un’impresa possibile: seguire un piano di allenamento con esercizi specifici per i fianchi, associati a una dieta ipocalorica sana ed equilibrata, può aiutare a perdere centimetri e modellare il corpo in uno dei punti più critici per il sesso femminile.

Dieta per dimagrire i fianchi

I fianchi rappresentano uno dei punti di maggior accumulo di grasso e ritenzione idrica. Per dimagrire i fianchi bisogna quindi partire dall’alimentazione, scegliendo una dieta sana, equilibrata, povera di grassi saturi e priva di alimenti che favoriscono l’accumulo di liquidi.

Le diete fai-da-te, che promettono di perdere peso in poco tempo, lasciano il tempo che trovano, oltre a mettere a rischio la salute di chi le segue. Perdere peso non sempre significa dimagrire: le diete che promettono di perdere peso rapidamente consentono in genere di espellere con facilità i liquidi, che però vengono altrettanto facilmente recuperati in breve tempo.

Meglio quindi rivolgersi a un dietologo o a un nutrizionista per avere un piano alimentare equilibrato e funzionale, che consenta realmente di snellire i fianchi, eliminando i centimetri di grasso in eccesso accumulati.

Intanto potete iniziare a diversificare la vostra dieta seguendo alcuni consigli che in generale valgono sempre per una dieta sana ed equilibrata:

  • prediligere i cereali integrali a quelli raffinati
  • prediligere il consumo di carne bianca – pollo e tacchino – a quella rossa
  • introdurre la verdura ogni giorno nella vostra dieta, sia a pranzo sia a cena
  • consumare frutta e uno yogurt magro come spuntini, senza eccedere nelle quantità
  • evitare i dolci, fatta eccezione per il cioccolato fondente, di cui bisogna comunque limitare le quantità
  • evitare cibi confezionati
  • eliminare salse e sughi con panna e besciamella
  • eliminare il burro e sostituirlo con olio extra vergine di oliva

Ritenzione idrica: rimedi

Ci sono inoltre alcuni accorgimenti alimentari specifici per limitare il fastidioso fenomeno della tanto temuta ritenzione idrica sui fianchi e più in generale in tutto il corpo:

  • limitare il consumo di sale, leggendo con attenzione le etichette alimentari dei prodotti confezionati che si acquistano al supermercato. L’uso di spezie per aromatizzare i piatti può aiutare a ridurre l’uso del sale come condimento.
  • bere almeno due litri di acqua al giorno, per idratarsi adeguatamente ed espellere i liquidi in eccesso. Se non siete abituate a bere molto inizialmente dovrete sforzarvi e porlo come obiettivo della giornata, ma in poco tempo diventerà una (sana) abitudine di cui non potrete più fare a meno
  • bere tisane diuretiche, uno dei più antichi ed efficaci alleati delle donne per combattere la ritenzione idrica

Ritenzione idrica: cibi da evitare

Per contrastare la ritenzione idrica è bene limitare l’assunzione di alcuni cibi che ne favoriscono la comparsa e l’accumulo. Tra questi: salumi, carne rossa, formaggi stagionati, zucchero, cibi grassi, fritture, cibi industriali e raffinati. Tra le bevande da eliminare per combattere la ritenzione idrica sui fianchi: alcolici, bibite gassate, caffè e succhi di frutta zuccherati.

Esercizi per dimagrire i fianchi

Non solo alimentazione, ma anche attività fisica costante. Un piano completo per dimagrire i fianchi non può prescindere infatti da un esercizio fisico mirato e continuativo nel tempo. Sport come il nuoto e la corsa aiutano molto a snellire i fianchi e non solo. Se tuttavia avete poco tempo da dedicare all’attività sportiva, potete svolgere alcuni semplici esercizi per i fianchi anche tra le pareti domestiche.

Se siete in cerca di spunti approfonditi relativi a come dimagrire nei fianchi attraverso esercizi fisici mirati, vi consigliamo di visitare il sito Come Dimagrire K.

A seguire alcuni semplici esercizi per snellire i fianchi da svolgere comodamente a casa ogni giorno:

Affondi

Stando dritti in piedi, con le gambe leggermente divaricate portate una gamba avanti e affondate finché il ginocchio non forma un angolo di 90 gradi. Iniziare con 2 serie da 10.

Crunch inverso

Si tratta di un esercizio che consente di far lavorare maggiormente gli addominali bassi. Dovete sdraiarvi supini su un tappetino con le braccia lungo i fianchi. Sollevate quindi le gambe tenendo le ginocchia flesse, in modo da formare un angolo di 90 gradi. Sollevate a questo punto il bacino aiutandovi con la contrazione degli addominali. La parte superiore della schiena deve rimanere ancorata a terra. Arrivati al punto di massima contrazione si torna nella posizione di partenza. Quando il bacino sale si espira, quando scende si inspira.

Addominali laterali

Sdraiatevi su un fianco mantenendo la testa alzata con un braccio e formate un angolo di 90 gradi con le gambe. Mantenendo le gambe piegate alzate quella esterna il più possibile verso l’alto e poggiatela nuovamente a quella a terra. Ripetete per 2 serie da 10 e cambiate lato.

Esercizi per rassodare i glutei

Assumete una posizione a quattro zampe appoggiandovi su gomiti e ginocchia. Alzate quindi una gamba verso l’alto (mantenendola piegata ad angolo). Ripetete per 2 serie da 10 e cambiate gamba.

 esercizi per i fianchi

Potrebbe interessarti anche come correre consapevolmentemindful running.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *