Corsa in montagna

Corsa in montagna

Corsa in montagna

I consigli per correre in salita

Corsa in montagna vuol dire natura, fatica e testa. Queste sono le 3 parole chiave che chi ama correre in montagna conosce benissimo.

Natura, perché i percorsi di montagna sono sempre tra i più bei paesaggi che si possono ammirare mentre si corre. Correre circondati da alberi e passaggi mozzafiato, ascoltando e annusando i profumi di questi ambienti non ha prezzo. Tutto questo ovviamente prima che la fatica inizi a farsi sentire, e state tranquilli che si farà sentire anche per i runners più allenati.

La difficoltà della corsa in montagna è risaputa ma non bisogna sottovalutare lo sforzo e la tecnica che richiede correre in discesa rispetto a correre in salita. I percorsi che prevedono diversi tratti in sali-scendi possono rendere lo sforzo e il carico di lavoro per le gambe molto impegnativo.

Ovviamente la corsa in montagna è una specialità che necessita un grado di preparazione medio-alto, un runner principiante avrebbe grossi problemi ad affrontare questo tipo di disciplina senza il giusto approccio fisico e mentale.

Molto dipende dal tipo di gara che si vuole preparare: chiaramente diverso sarà allenare gare molto lunghe e dure rispetto a prove più brevi e veloci, tralasciamo il discorso legato alle corse Skyrunning per le quali bisogna essere veri e propri ironman.

Salita in fartlek

Per questo tipo di allenamento è necessario fare delle variazioni di pendenza tra i 10 e 15 gradi. Più varianti affronteremo su asfalto strade bianche più aumenterà la resistenza a questo tipo di percorsi. L’importante è sentire il cambio di pendenza mantenendo lo stesso ritmo regolare.

Salita in progressione

Se dovete affrontare salite lunghe potete provare questo allenamento. Partite senza strafare e ogni chilometro o mezzo chilometro cercate di aumentare la velocità fino a ridurla leggermente verso la fine della percorrenza che vi siete prefissi.

Allenamento in bicicletta

Per allenare le gambe, un consiglio sempre utile è quello di allenarsi con la bicicletta, partendo con un rapporto veloce e aumentare gradualmente il grip mano a mano che si aumenta la pendenza. Ricordatevi di non esagerare altrimenti otterrete il risultato inverso, ritrovandovi con gambe e polpacci doloranti. Non dovete vincere il Tour de France ma abituare le gambe a uno sforzo prolungato.

Scarpe da corsa in montagna

Quando corri su terreni irregolari scegli bene la calzature. In montagna i runner meno esperti tendono a scegliere scarpe vecchie e consunte che, sottoposte a maggiori “sforzi” possono danneggiarsi senza che ce ne accorgiamo. Ricorda che una suola in perfette condizioni è fondamentale su terreni di montagna per evitare scivoloni o piccoli infortuni.

A questo link potete trovare un ottimo programma di allenamento per correre in montagna.

I migliori percorsi di montagna in Italia

Grignone – Rifugio Brioschi

Partenza da Balisio (Lombardia)

17,86 chilometri

Santa Caterina Winter Trail

Santa Caterina Valfurva (Lombardia)

11 chilometri

Val Veny

Zona Casa Purtud,(Valle d’Aosta)

24,05 chilometri

Santa Teresa – Capo Testa

Gallura (Sardegna)

8,16 chilometri

Trento – Baita Laura

Vicino Trento (Trentino-Alto Adige)

16,22 chilometri

Peschici-Run

Vicino Peschici (Puglia)

18,33 chilometri

La Sciumara – San Giovanni di Gerace

Vicino Casello Russo (Calabria)

14,1 chilometri

Potrebbe interessarti anche Trail running.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *